Giovedì 17 Ottobre 2019
torna in home page
 NEW Diocesi Verona - La Diocesi - La Chiesa di San Zeno - Il Vescovo - Lettere - Ai presbiteri e diaconi della Diocesi di S. Zeno 
Ai presbiteri e diaconi della Diocesi di S. Zeno   versione testuale
Verona, 22 marzo 2018 - Pasqua 2018






Carissimo,

per l’intero Presbiterio la Messa del Crisma è la sua manifestazione più alta e significativa: in Cattedrale, la Concelebrazione presieduta dal Vescovo con l’intero Presbiterio, con i diaconi e con la partecipazione di persone consacrate e fedeli laici!

 

La tua presenza è un regalo per tutti, a cominciare dal Vescovo.

 

Vorrei che in quella Messa chiedessimo concordi e unanimi due grazie: anzitutto l’entusiasmo del nostro essere ordinati e la conseguente passione evangelizzatrice. E, in secondo luogo, il dono di nuove vocazioni alla vita ordinata: ogni dono vocazionale va invocato e accolto con riconoscenza. Che anche tu abbia la gioia di aver contribuito alla sua germinazione e al suo sviluppo; che anche tu possa dire a te stesso davanti al Signore: “Ho fatto la mia parte, non ho lasciato perdere nessuna chiamata di Dio”.

 

Tre ultime annotazioni.

        

          Al termine della Messa del Crisma potrai ritirare la mia lettera di applicazione in diocesi degli Orientamenti sulla famiglia contenuti dell’Esortazione post sinodale Amoris laetitia.

            Poiché il cuore dell’anno Liturgico è la Veglia Pasquale, fa’ il possibile per invogliare i fedeli a parteciparvi ben preparati, a partire dai laici più impegnati anche a livello di responsabilità parrocchiale,      

Ti chiedo il favore di portare esplicitamente i miei auguri di Buona Pasqua, accompagnati da una speciale benedizione, a tutti i fedeli, al termine delle Messe di Pasqua.

 

            Ti accompagno con la preghiera e ti benedico di cuore.

 

X Giuseppe Zenti
Vescovo di Verona

 

stampa  / segnala / condividi