Mercoledì 17 Luglio 2019
torna in home page
 NEW Diocesi Verona - Archivio News - 2019 - omelie Vescovo - Preghiera all'Eucarestia 
Preghiera all'Eucarestia   versione testuale
Cattedrale di Verona, 20 giugno 2019 - Corpus Domini






 

“O divina Eucaristia,

Sacramento dell’infinto amore misericordioso del Padre,

Segno efficace dell’unità della Chiesa tuo Corpo e tua Sposa,

Vincolo indissolubile di amore fraterno,

Vite vera che fa fluire la linfa del tuo Spirito

in ogni tralcio perché porti frutti

di amore, gioia, pace, pazienza longanime,

benevolenza, bontà, dominio di sé,

moderazione, castità e umiltà,

la nostra Diocesi di San Zeno Ti riconosce adorante

suo Maestro, Salvatore e Signore.

Vogliamo che Tu sia il Centro

di tutta la nostra attenzione e attività

evangelizzante, perché Tu, Eucaristia,

sei il Vangelo, l’assoluta bella notizia

che dà senso e speranza al nostro vivere

nella storia incamminati insieme verso la Pasqua eterna.

Nel nostro percorso di evangelizzazione,

che mira a creare autentiche Unità pastorali

nella disponibilità dei laici, dei consacrati e dei preti

a sapersi confrontare nella confidenza e a condividere,

 intendiamo metterTi al centro dei pensieri,

dei sentimenti, delle scelte, delle decisioni.

Tu sei il Centro di tutto, perché di tutto Tu sei il Principio.

Sei il Centro del nostro Progetto:

Tu sei il nostro Progetto.

Vogliamo scoprirTi, per amarTi e assimilarTi

nei segni sacramentali eucaristici,

perché l’intera nostra persona

e ogni Unità pastorale diventi una Eucaristia vivente.

Il tuo Spirito che ci guida alla Verità tutta intera che sei Tu,

faccia sfolgorare nelle nostre menti e nei nostri cuori

il mistero del tuo essere Eucaristia,

perché rapiti in estasi

possiamo capire chi siamo noi in Te Eucaristia

e Chi devi essere Tu per noi:

fonte e culmine, radice e cardine

del nostro vivere cristiano.

Il dono del tuo Spirito infiammi le nostre comunità,

perché le celebrazioni dell’Eucaristia

siano significative e coinvolgenti,

capaci di incidere in profondità nella vita

e di trasformarla in dono eucaristico

per chiunque è povero e bisognoso

di pane materiale, di speranza, di ragioni di vita,

di ascolto e di comprensione.

Tu sei un pane donato:

nessun frammento vada disperso per incuria.

Tu sei sangue versato:

Nessuna stilla cada in terra a vuoto.

Nessun battezzato, ragazzo, adolescente,

giovane, adulto o anziano

ti diserti con indifferenza e superficialità.

È di Te che abbiamo necessità vitale. Tutti!

Ad ogni celebrazione eucaristica

Il tuo Spirito ci trasformi in orecchio, mano e abbraccio

del tuo essere Eucaristia nel tempo,

testimoni di un amore che

per pura gratuità sa sacrificarsi per amore.

Da Te Eucaristia tutti ci sentiamo amati.

Tutti in Te viviamo;

tutti di Te ci nutriamo.

Inonda delle tue benedizioni

le nostre famiglie, i giovani, i disabili,

gli anziani, gli ammalati e gli infermi.

Dona grazie singolari di saggezza

e di senso del bene comune

a quanti hanno responsabilità

sociali, economico aziendali, culturali,

giudiziarie, amministrative o politiche.

Benedici il Santo Padre Francesco,

i Vescovi, i Presbiteri e i Diaconi,

perché insieme siano segno credibile

del tuo servizio eucaristico all’umanità.

E donaci nuove sante vocazioni al presbiterato,

perché, impregnate di Eucaristia,

ne assicurino la presenza nelle comunità cristiane,

che hanno diritto al dono festivo

della Liturgia Eucaristica.

Riaccendi nei Consacrati e nelle Consacrate

la stima della verginità per il Regno,

che nell’Eucaristia ha la sua sorgiva e il suo splendore,

e dell’Eucaristia è la trasparenza e il riflesso.

Animati dalla fede, ci sentiamo sospinti ad annunciarTi

e a testimoniarti come l’unico

vero senso del vivere umano.

Ricarica la nostra Diocesi di parresia,

di incontenibile desiderio di evangelizzarti

anche attraverso le Unità pastorali.

Vogliamo essere i missionari di Te Eucaristia,

per farti incontrare, conoscere e amare

da tante persone a cui vogliamo bene,

consapevoli di far loro il più bel regalo.

Sii Tu la nostra forza nelle prove e nei travagli della vita;

il nostro conforto nelle sofferenze e nelle delusioni;

il nostro sostegno nelle sconfitte e nelle disfatte

causate da malvagità.

Tu Bellezza divina velata di umiltà,

nascosto agli occhi di chi non ha fede,

Tu che sorreggi il mondo,

nella sua immensità e nella sua armonia,

rendici allergici all’autoreferenzialità

e disponibili all’umile corresponsabilità

della comunione fraterna.

E la tua santissima Madre, Maria,

che Ti ha allattato perché Tu fossi

il nostro Pane Eucaristico quotidiano,

ci faccia innamorare sempre di più

di Te Eucaristia,

a cui conduce ogni sua autentica devozione.

Ci faccia amare e vivere Te Eucaristia

come Ti ama Lei, la tua santissima Madre, Maria.

 

stampa  / segnala / condividi