Giovedì 3 Dicembre 2020
torna in home page
 NEW Diocesi Verona - Archivio News - 2020 - Indizione anno giubilare Madonna della Corona 
Indizione anno giubilare Madonna della Corona   versione testuale
Comunicato stampa e articoli






COMUNICATO STAMPA

Anno giubilare - Madonna della Corona


Giovedì 22 ottobre 2020, festa di San Giovanni Paolo II, con gioia il Vescovo di Verona mons. Giuseppe Zenti annuncia l’indizione dell’Anno Giubilare di Madonna della Corona per i Cinquecento anni del Santuario che avrà inizio la terza domenica di settembre 2021 e si concluderà la terza di settembre 2022.
Un intero anno giubilare che viene comunicato oggi, nella festa del Papa particolarmente legato alla Madonna e che al Santuario della Corona le affidò la Chiesa scaligera, per consentire un tempo adeguato di preparazione per poter vivere un’esperienza significativa e feconda per la Diocesi intera e per tutti coloro che vorranno affidarsi a Maria proprio dal nostro Santuario del Monte Baldo.

Lettera del Vescovo

Carissimi tutti,
ho la gioia di comunicarvi che nell’anno 2022 si celebrerà il V centenario del tradizionale arrivo da Rodi della statua dell’Addolorata a Spiazzi di Ferrara di Monte Baldo (VR) e la costituzione del Santuario diocesano della Madonna della Corona.
La Basilica - Santuario, che tutti ben conosciamo e amiamo, da 500 anni domina la Val d’Adige dalla corona dei monti del Baldo e offre a tutti i pellegrini che vi si recano una profonda esperienza di preghiera, invocando la venerata immagine della Madonna Addolorata.
Pertanto, in vista della celebrazione del V centenario (1522-2022), al fine di promuovere il rinnovamento spirituale dei fedeli e di incrementare la vita di grazia, ho chiesto al Santo Padre, tramite la Penitenzieria Apostolica, di poter indire un particolare Anno Giubilare, a partire da domenica 18 settembre 2021 fino a domenica 19 settembre 2022, durante il quale i fedeli, visitando il Santuario della Madonna della Corona, possano conseguire l’Indulgenza plenaria, e i malati e tutti coloro che saranno impossibilitati a partecipare fisicamente potranno ugualmente fruire del dono dell’Indulgenza plenaria, offrendo le loro sofferenze al Signore o compiendo pratiche di pietà.
La Penitenzieria Apostolica ha concesso la possibilità di conseguire l’Indulgenza Plenaria, nel periodo indicato, e alle solite condizioni previste dalla Chiesa.
Invito quindi tutti ad accogliere questo dono, come occasione di grazia per tutta la nostra Diocesi di San Zeno, come augurio ed auspicio, dopo questi lunghi mesi di pandemia, di privazioni e di sofferenze.
Invoco su tutti la benedizione del Signore e la materna protezione della Madonna della Corona.
           
Verona, dalla Curia diocesana, il 22 ottobre 2020

Il sentiero di Maria
Un regalo per l’Anno Giubilare che resterà oltre il Giubileo

(articolo di Verona Fedele 25/10/2020)


In vista dei Cinquecento anni del Santuario la Diocesi di Verona attraverso l’ufficio di don Gabriele Vrech, delegato diocesano per la Pastorale del Turismo e dello Sport, in collaborazione con la Segreteria Pellegrinaggi, sta lavorando a un progetto denominato “Sentiero di Maria”, un itinerario a piedi e in bicicletta che unisce significativamente la Basilica del patrono San Zeno al Santuario della Madonna della Corona seguendo in gran parte il corso del fiume Adige.
Un percorso su strade non asfaltate o poco trafficate, che offre occasioni e spunti per contemplare il Creato e per fare un cammino spirituale accompagnati da Maria.
Il Progetto mette a sistema uno dei tanti itinerari di pellegrinaggio che da secoli raggiungono il Santuario, sia dal punto di vista logistico, attraverso la manutenzione e la segnaletica, sia dal punto di vista del suo contenuto spirituale tramite l'approfondimento e il riconoscimento di alcune tappe spirituali, come le chiese e i capitelli.
Un dono per tutti gli uomini e le donne in cammino, in occasione di questo importante anniversario, una proposta che nasce dalla collaborazione con l’associazione “Noi corriamo da Dio” e che ha già trovato un ampio consenso da parte degli amministratori dei territori attraversati. 
“Abbiamo una grande opportunità iniziando a camminare sul Sentiero di Maria in occasione di questo Giubileo - spiega don Gabriele Vrech -:  riscoprire un turismo non ispirato ai canoni del consumismo o desideroso solo di accumulare esperienze, ma in grado di favorire l’incontro tra le persone e il territorio, e di far crescere nella conoscenza e nel rispetto reciproco. Il cammino è un invito a tutti, credenti e non credenti, e il Giubileo può diventare un’occasione di comprendere aspetti importanti della vita come l’incontro con il Creato, il desiderio di camminare verso una meta, la condivisione della fatica riscoprendo la bellezza della compagnia che è la Chiesa”.
Nei prossimi mesi saranno pubblicati una serie di materiali a supporto di chi vorrà mettersi in cammino lungo il fiume Adige e avendo come meta il Santuario della Corona.



 
stampa  / segnala / condividi