Domenica 31 Maggio 2020
torna in home page
 NEW Diocesi Verona - Archivio News - 2015 - luglio - Il vescovo Giuseppe Carraro diventa venerabile 
Il vescovo Giuseppe Carraro diventa venerabile   versione testuale
Sono state riconosciute dalla Chiesa le virtù eroiche del Servo di Dio mons. Giuseppe Carrraro






Monsignor Giuseppe Carraro è venerabile. Lo scorso giovedì 16 luglio papa Francesco ricevendo in udienza privata il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha autorizzato il dicastero a promulgare il decreto riguardante le virtù eroiche del Servo di Dio che fu Vescovo di Verona dal 1959 al ’78.

Nato a Mira (provincia di Venezia, diocesi di Treviso) il 26 giugno 1899, venne ordinato sacerdote il 31 marzo 1923 dal “suo” vescovo, il cappuccino Andrea Giacinto Longhin (ora beato). Dopo la laurea in Scienze naturali all’Università di Padova, insegnò nel Seminario di Treviso, dove fu anche direttore spirituale e in seguito dopo rettore. Ordinato Vescovo come ausiliare di Treviso nel 1952 per l’imposizione delle mani di mons. Antonio Mantiero, passò quattro anni dopo a reggere la Chiesa di Vittorio Veneto. Chiamato da Giovanni XXIII a guidare la diocesi di Verona, iniziò il suo servizio pastorale il 18 gennaio 1959, una settimana prima che papa Roncalli annunciasse l’indizione del Concilio. Carraro partecipò da protagonista al Vaticano II, segnalandosi nel settore dei seminari e dell’educazione. In particolare, contribuì all’elaborazione e fu relatore dell’Optatam Totius, il decreto sulla formazione sacerdotale. Grazie a lui il respiro conciliare si diffuse rapidamente in tutta la diocesi scaligera.

- See more at: http://www.veronafedele.it/Chiesa/Il-vescovo-Giuseppe-Carraro-diventa-venerabile#sthash.6VL2ShlI.dpuf
Monsignor Giuseppe Carraro è venerabile. Lo scorso giovedì 16 luglio papa Francesco ricevendo in udienza privata il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha autorizzato il dicastero a promulgare il decreto riguardante le virtù eroiche del Servo di Dio che fu Vescovo di Verona dal 1959 al ’78.
Nato a Mira (provincia di Venezia, diocesi di Treviso) il 26 giugno 1899, venne ordinato sacerdote il 31 marzo 1923 dal “suo” vescovo, il cappuccino Andrea Giacinto Longhin (ora beato). Dopo la laurea in Scienze naturali all’Università di Padova, insegnò nel Seminario di Treviso, dove fu anche direttore spirituale e in seguito dopo rettore. Ordinato Vescovo come ausiliare di Treviso nel 1952 per l’imposizione delle mani di mons. Antonio Mantiero, passò quattro anni dopo a reggere la Chiesa di Vittorio Veneto. Chiamato da Giovanni XXIII a guidare la diocesi di Verona, iniziò il suo servizio pastorale il 18 gennaio 1959, una settimana prima che papa Roncalli annunciasse l’indizione del Concilio. Carraro partecipò da protagonista al Vaticano II, segnalandosi nel settore dei seminari e dell’educazione. In particolare, contribuì all’elaborazione e fu relatore dell’Optatam Totius, il decreto sulla formazione sacerdotale. Grazie a lui il respiro conciliare si diffuse rapidamente in tutta la diocesi scaligera..
 
Fonte www.veronafedele.it
 
continua su Veronafedele.it
 
 
 
stampa  / segnala / condividi