Venerdì 20 Ottobre 2017
torna in home page
 NEW Diocesi Verona - Appuntamenti diocesani - Appuntamenti - 2017 - Quando l%u2019arte racconta la vita. Appassionarsi e compatire 
non indicato
Quando l'arte racconta la vita. Appassionarsi e compatire   versione testuale
Giovedì Culturali della Karis 2017/2018






Il tema: L’appassionarsi e il compatire costituiscono un’ area esperienziale che appare come potenziale soglia di fede. Si pensi all’attrattiva del bello e del buono: lo sport, la musica, l’arte, il lavoro, l’amore verso la polis che si esprime nella politica… Per contro, questa stessa passione diventa compassione e quindi appello al coinvolgimento e alla responsabilità quando ci si trova di fronte al brutto e al cattivo, all’ingiustizia e alla violenza, in una parola al volto sfigurato dell’umanità. Possiamo collocare in questo ambito le diverse scelte di volontariato, i gesti di solidarietà, l’impegno per la giustizia, la lotta per i diritti umani, l’impegno per la salvaguardia del creato, la scelta di stili di vita sobri e solidali. Impegnarsi per il bello e il buono, spendersi per togliere ogni bruttura e lenire ogni ferita: questo è nuovamente il terreno dell’amore vissuto non più come reciprocità affettiva, ma come cura per la vita. Molte persone, anche se dicono di non credere, si appassionano e si impegnano per l’umano. Ognuna di queste passioni e compassioni è un potenziale luogo di rivelazione e di svelamento di un Dio che si è fatto uomo, che si è appassionato di ciò che è umano, che si è lasciato sfigurare il volto perché venga restituito a ciascuno il proprio volto. (da Incontriamo Gesù, Orientamenti per l’annuncio e la catechesi in Italia, 40; www.secondoannuncio.it)
 
Finalità: L’itinerario si caratterizza per un taglio marcatamente antropologico. Dopo la prima serata, di carattere introduttivo, si propone la possibilità di un confronto con una coppia di opere d’arte: una evoca l’esperienza umana dell’appassionarsi e compatire e un’altra di soggetto cristiano ne offre una prospettiva di fede.
 
Dinamica: gli incontri prevedono un’implicazione attiva e libera da parte dei partecipanti, che valorizza il loro vissuto e il loro pensiero
 
Quando: sette giovedì sera consecutivi, dal 12 ottobre al 30 novembre 2017, dalle 20:30 alle 22:00
 
Dove: Verona, Seminario Maggiore, aula magna (entrata da vicolo Bogon con parcheggio interno)

Coordinatori: d. Antonio Scattolini e dott.ssa Silvia D’Ambrosio
 
Destinatari: studenti dello STSZ, dell’ISSR e di Beni Culturali, insegnanti, catechisti, operatori pastorali, guide, appassionati d’arte (possibilità di crediti e di riconoscimento del corso come aggiornamento, da verificare con i coordinatori)
 
Informazioni: karis@diocesivr.it
 
Ingresso libero
 
 12 ottobre / Serata inaugurale
Presentazione del corso ed evocazione artistica sul tema, Silvia D’Ambrosio e d. Antonio Scattolini
Quando la passione si fa compassione, Lucia Vantini (Verona, ISSR)
Gesù uomo del desiderio, d. Ivo Seghedoni (Modena, Équipe Nazionale del Secondo Annuncio)
 
19 ottobre / Il risveglio del desiderio
Il Prigione ridestantesi di Michelangelo e La Samaritana al pozzo nel mosaico di San Marco a Venezia
 
26 ottobre / Quando la passione si spegne
American Gothic di Grant Wood e Gesù e il giovane ricco di Pinter
 
9 novembre / Un eccesso a propria misura
Idillio primaverile di Pellizza da Volpedo e La conversione di San Paolo di Caravaggio
 
16 novembre / Appassionarsi è trasgredire
I murales in Palestina di Banksy e La cacciata dei mercanti dal Tempio di El Greco
 
23 novembre / Appassionarsi è compatire
Il clown ferito di Rouault e L’Ultima Cena di Tintoretto a San Polo a Venezia (con Ester Brunet, ISSR di Verona)
 
30 novembre / Spingersi oltre i limiti
La fucilazione del 3 maggio 1808 di Goya e Gesù nell’orto degli ulivi di Gauguin
 

Diocesi di Verona - Servizio per la Pastorale dell'Arte "Karis"

 
stampa  / segnala / condividi